scopri come scegliere una sauna infrarossi non solo guardando il prezzo, ma che ad esempio non scaldi la tua pelle sopra i 43 gradi

Come scegliere una Sauna Infrarossi?

http://www.effettovita.it/come-scegliere-una-sauna-infrarossi/

Come Effetto Vita, in quanto rivenditori specializzati nella vendita di saune infrarossi per privati, alberghi (hotel), agriturismi, b&b, centri benessere e palestre, desideriamo fornire qualche dettaglio su come scegliere questo prodotto.

Ad esempio, navigando su internet, ti sarà certamente capitato di leggere di saune infrarossi intorno ai 1.000,00 euro, le quali ovviamente ti saranno sembrate delle vere e proprie occasioni.

Ebbene, dinnanzi all’acquisto di una sauna infrarossi: il nostro consiglio è di non valutarlo solo in base al prezzo, ma di tenere conto soprattutto dei seguenti fattori, al fine di non ritrovarti brutte sorprese, una volta acquistata:

  1. chi è l’azienda produttrice e chi ha certificato i radiatori;
  2. quali sono le modalità in cui è stato trattato il legno;
  3. il radiatore è in grado di emettere calore attivo;
  4. è possibile regolare l’intensità del radiatore all’interno della cabina,
  5. la cabina è in grado di diffondere il calore in profondità e possiede uno schienale ergonomico.

Fattore n.1

I radiatori emettono raggi infrarossi che non devono superare specifici livelli di irradiamento, altrimenti possono creare danni alla pelle ed ai tessuti interni.

È importantissimo, perciò, verificare dove siano testate le lampade ad infrarossi e se l’azienda produttrice abbia delle certificazioni.

In più, la pelle, per evitare qualsiasi danno termico, non deve superare la temperatura dei 43°C, dal di qui è importante che assorba il calore in maniera omogenea.

Elemento che dipende dalla geometria dei riflettori del radiatore, e se questo emette solo raggi infrarossi C oppure anche A e B.

Ebbene un radiatore con dei listelli in legno davanti è difficile che possa irradiare calore in maniera omogenea la tua pelle.

Fattore n.2

Il legno può essere trattato solo con vernici adatte alle temperature della sauna, ed i vetri devono essere cristalli temperati di qualità, che di solito non costano poco.

Fattore n.3

Il radiatore deve emettere calore attivo, non come in molte cabine, in cui smette di scaldare, quando raggiunge la temperatura definita nel pannello di controllo esterno.

Fattore n.4

Avere la possibilità di regolare all’interno della propria cabina, oltre che la temperatura, anche l’intensità del radiatore, è un altro aspetto di cui tenere conto, in quanto ognuno di noi ha dei livelli di sudurazione ed una sensibilità al calore differenti.

In alcuni modelli, ad esempio, quando i radiatori diventano troppo caldi, se non hai la possibilità di effettuare queste regolazioni, dopo un po’ non riesci più a starci vicino e ti devi appoggiare dove non c’è il radiatore, ma non sempre è possibile.

Una sauna per due, paradossalmente, potrebbe diventare comoda solo per una persona.

Fattore n.5

La cabina è in grado di diffondere il calore in profondità e possiede uno schienale ergonomico?

Per quale ragione questi 2 elementi sono così importanti?

Perchè se una sauna infrarossi riesce a trasmettere calore in profondità, oltre a farti sudare, riesce anche a migliorare la microcircolazione e quindi può essere un buon supporto per alleviare i dolori articolari e stimolare il metabolismo.

Da questo punto di vista le saune infrarossi Physiotherm, di cui noi siamo rivenditori autorizzati, hanno un principio d’irradiamento unico, coperto da due brevetti.

In pratica la loro caratteristica principale è che arrivano massimo a 37 gradi, e di solito s’inizia il trattamento preriscaldandola fino a 27 – 30 gradi.

Fascia di temperatura, questa tra i 27 e i 37 gradi, che non è casuale, ma si chiama zona termica neutrale, nella quale, il nostro corpo, se senza vestiti, si trova molto a suo agio.

Altro aspetto importante è che non superando i 37 gradi, rispettiamo la temperatura del nostro nucleo centrale, cioè del nostro cuore, cervello, polmoni, stomaco, reni e fegato.

Ed è proprio rispettando questo limite dei 37 gradi, che rende queste cabine capaci di trasportare il calore in profondità, cioè di trasportarlo e diffonderlo all’interno del nostro corpo, sfruttando la circolazione sanguigna come vettore, in maniera omogenea, riuscendo a scaldare anche le parti più fredde, come le mani e i piedi, che sono a 28 e 20 gradi, fino a 36 – 37 gradi, senza affaticare il cuore ed in maniera piacevole.

Processo che avviene in maniera gradevole, attraverso l’irraggiamento della schiena stando comodamente appoggiati su uno schienale ergonomico e con i radiatori davanti che mantengono la temperatura all’interno della sauna intorno ai 35 – 37 gradi.

Nelle saune infrarossi Physiotherm, inoltre, si suda e non poco, perchè l’escrezione del sudore avviene come il risultato finale del processo di disintossicazione, in cui sono stati coinvolti il sistema linfatico, la matrice extracellulare e la pelle, grazie al miglioramento della microcircolazione, da una parte, e avendo scaldato tutto il corpo, quindi tutti i tessuti fino a 37 gradi, dall’altra.

Questo processo di diffondere il calore in profondità nelle saune infrarossi normali, nelle saune finlandesi e nel bagno turco non avviene, in quanto sono tutti quanti bagni di calore, che superano i 37 gradi, comportando l’attivazione di meccanismi differenti, che li trovi illustrati, nel seguente articolo:

Sauna infrarossi, benefici e controindicazioni tra le normali e le Physiotherm

Le saune infrarossi Physiotherm, infine, sono austriache, il che significa aver la garanzia di ricevere assistenza, con diverse sedi nazionali presenti in diversi Paesi europei.

Dettaglio non da poco.

Capita spesso, infatti, di trovare aziende su internet, che non hanno un indirizzo, o che non si riesca a capire chi siano veramente, con il rischio, che possano sparire con un click.

Anche noi, come la Physiotherm, esistiamo fisicamente e diamo perfino la possibilità di far provare gratuitamente una seduta di sauna infrarossi, proprio per far comprendere al meglio come funziona.

Siamo in via Paolo Costa, 16 a Ravenna.

Tel. 339-63.68.711 con possibilità di parcheggio gratuito nella corte interna.

Siamo aperti tutti i pomeriggi, tranne la domenica, dalle 15.30 alle 20.

Alla mattina invece riceviamo su appuntamento, perchè trattando diversi prodotti legati alla salute delle persone, e avendo diversi clienti provenienti da fuori Ravenna, desideriamo garantire loro la massima privacy.

Naturalmente siamo in grado di consegnare le saune in tutta Italia.

PS

Per chi ci contatta, non abbiamo problemi ad inviargli le testimonianze dei nostri clienti, che hanno acquistato una sauna infrarossi Physiotherm, via whatsapp o via Telegram, nel rispetto della loro privacy

Per ulteriori approfondimenti, puoi leggere anche i seguenti due articoli:

Sauna infrarossi: le risposte alle tue domande

Sauna infrarossi in ceramica, in carbonio o in quarzo magnesio ad ampio spettro?

Articolo scritto da Elena Bagnoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.