Non senti lo stimolo della sete, ma vorresti bere di più, per evitare la disidratazione cronica? Scopri come fare

Non senti lo stimolo della sete? Scopri come bere di più

https://www.effettovita.it/non-senti-lo-stimolo-della-sete-scopri-come-bere-di-piu/

Se rientri anche tu nella casistica, che bevi poco, perchè non senti lo stimolo della sete, ti dimentichi, e molti ti dicono, chè è sbagliato, in quanto bisogna bere, beh allora questo articolo ti potrebbe interessare.

Innanzitutto è importante bere un certo quantitativo d’acqua ogni giorno, per le seguenti ragioni:

  1. l’acqua è un nutriente essenziale, perchè tutte le reazioni biochimiche si verificano in acqua, perciò senza questa, non è possibile la vita, e con poca acqua il mio terreno è più esposto alle patologie.
  2. Un uomo adulto di circa 70 kg, ad esempio, contiene circa 40 litri d’acqua, di cui 25 formano il liquido intracellulare, cioè il liquido contenuto all’interno dei circa 100 miliardi di cellule, presenti nel nostro organismo, e 15 litri formano il liquido extracellulare, costituito dall’insieme dei liquidi corporei, che si trovano fuori dalle cellule. Dal punto di vista dei tessuti: quello nervoso contiene per l’85% acqua, il sangue per l’80%, i muscoli per il 75%, l’epidermide per il 70%, le ossa per il 30% e il tessuto adiposo per il 20% (gli obesi perciò hanno meno acqua dei normopeso).
  3. È fondamentale reintegrare l’acqua che giornalmente perdiamo, attraverso le urine, le feci, il sudore e la respirazione, che in condizioni normali, con 20 gradi di temperatura ambiente e senza fare attività fisica, sono circa 2,3 litri.
  4. Le altre funzioni dell’acqua, che svolge sempre all’interno del nostro organismo, descritte in questo link: https://www.effettovita.it/perche-e-importante-bere-acqua-quali-sono-le-sue-funzioni/

Ebbene indicata l’importanza dell’acqua, vediamo perchè non tutti sentono la necessità di bere durante il giorno e se si può porre rimedio a questa abitudine.

Tendenzialmente, infatti, possiamo non avvertire lo stimolo della sete per 2 motivi:

1) confondiamo la sete con la fame, senza rendercene conto, cioè quando sentiamo nell’arco della giornata, quella sensazione di mancanza di energia, la valutiamo, come una mancanza di zucchero e tendiamo a mangiarci uno snack oppure a bere un caffè, che ci disidrata ancora di più, anzichè bere.

Per recuperare, perciò, la capacità di distinguere lo stimolo della sete, da quello della fame, quando si sente questa mancanza di energia, prima di tutto, bisogna bere mezzo litro d’acqua e se dopo un po’ avverti che ti manca ancora qualcosa, allora si può provare a mangiare.

Dopo qualche settimana, che inizi a comportarti in questo modo, inizierai a sentire la gola e la bocca secca, quando è passato un po’ di tempo che non bevi.

Cioè avrai recuperato pienamento il tuo stimolo della sete.

IL SECONDO MOTIVO, del perchè non avvertiamo lo stimolo suddetto, è quando siamo sottoposti a stress oppure facciamo un lavoro, che richiede un’elevata concentrazione mentale.

In questi casi, si cerca di ignorare tutti gli stimoli, per rimanere concentrati o per portare a termine ciò che dobbiamo svolgere.

Il problema è che se ripetiamo per mesi o anni, questo comportamento, alla fine ci troveremo con uno stimolo della sete ridotto.

Anche in questo caso, bisogna provare ad alzarsi dalla scrivania e bere.
Esperimento che tra l’altro, ti porterà maggiore concentrazione ed energia, visto che l’85% del tessuto nervoso contiene acqua.

Naturalmente non è semplice cambiare le proprie abitudini, ma conviene farsi venire delle patologie perchè si beve poco?

In quanto un corpo disidratato, non è in grado di eliminare le tossine in maniera adeguata, perciò con il passare del tempo si intossica, si squilibra, indebolisce il suo sistema immunitario e diventa più vulnerabile all’ambiente esterno.

Inoltre la carenza idrica è la causa di numerose patologie, tra cui:
– stanchezza, dovuta anche per il rallentamento delle funzioni enzimatiche;
– ipertensione arteriosa, dovuta al sangue più denso, che fa più fatica a circolare;
– asma (il corpo crea una lieve broncocostrizione per ridurre le perdite dei liquidi con la respirazione);
– allergie (la liberazione di istamina aumenta in modo proporzionato alle perdita di liquidi);
– dermatiti, psoriasi, invecchiamento cutaneo anticipato, in quanto la cute fa più fatica ad eliminare le tossine;
– calcolosi delle vie urinarie, per maggior concentrazione dei soluti minerali;
– infezioni e infiammazioni vescicali;
– ipercolesterolemia (in presenza di disidratazione il corpo produce più colesterolo, per prevenire la perdita idrica delle cellule);
– disturbi gastrici (reflusso, e/o gastrite anche fino all’ulcera peptica) in genere per carenza dell’acqua, che da un lato idrata le mucose digerenti e dall’altro ci permette di assumere anche il magnesio e il calcio, presenti nell’acqua stessa;
– stitichezza;
– dolori articolari per indebolimento della cartilagine e riduzione del liquido sinoviale;
– aumento di peso, in quanto la riduzione di energia porta a mangiare più zuccheri, per poi entrare in una serie di circoli viziosi non benefici, per il nostro corpo.

Bene, se arrivato a questo punto, avresti piacere anche di una buona notizia, soprattutto dopo questa carellata di patologie, ce l’abbiamo.

Lo ionizzatore d’acqua alcalina, ad esempio, è un depuratore d’acqua, che ti rende l’acqua più idratante, in quanto riduce la tensione superficiale dell’acqua, perciò anche chi beve poco, perchè ha avversione al gusto dell’acqua oppure fa fatica a mandarla giù, è più facilitato.

In più ti rende l’acqua antiossidante, con un pH che può arrivare a 9,5, e quindi è più efficace nell’eliminare le tossine.

Come Effetto Vita trattiamo lo ionizzatore d’acqua alcalina Kationic e se desideri scoprire la nostra offerta oppure comprendere maggiormente i benefici dell’acqua alcalina, ci puoi chiamare al 339 6368711.

A questo link, se vuoi, puoi trovare anche altri approfondimenti: https://www.effettovita.it/ionizzatore-acqua-alcalina-ravenna/

Siamo in via Paolo Costa, 16 a Ravenna e presso la nostra sede è possibile assistere al funzionamento dal vivo, dello ionizzatore, in quanto è collegato al rubinetto.

Riceviamo su appuntamento dalle 9 alle 20, tutti i giorni, tranne la domenica.

Possibilità del parcheggio gratuito nella corte interna.

Siamo in grado di spedire lo ionizzatore d’acqua alcalina Kationic in tutta Italia, se le caretteristiche chimiche fisiche dell’acqua del tuo rubinetto, lo permettono.

Fonti:

Libro “I Benefici dell’Acqua Alcalina – L’importanza dell’equilibrio acido-basico per la nostra salute” di Ben Johnson, Ed. Il Punto d’Incontro.

Libro “Le cause fisiche delle malattie (conoscere i nostri errori più comuni per evitare di ammalarci) di Roberto Gava

Articolo scritto da Elena Bagnoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *